Un buon detergente viso è il primo prodotto con cui la nostra pelle entra a contatto al mattino. Ma a cosa serve detergere il viso e perché è così importante?

Il primo step della skin routine quotidiana, lo sappiamo, è la detersione: lavare il viso con un prodotto adatto al proprio tipo di pelle è il momento chiave per regalare alla cute una coccola di bellezza e prendercene cura al meglio.

Non solo: detergere il viso è una tappa imprescindibile per pulirlo dai residui del trucco o dalle impurità della notte e, di conseguenza, per preparare la cute al make up della giornata (sì, anche se indossiamo una mascherina).

Vediamo come scegliere il detergente viso più adatto, a cosa serve inserirne uno nella nostra skin routine e perché usarlo.

Detergente viso, a che serve e perché usarlo?

Ma quali sono i motivi per cui usare un detergente viso? Partiamo da un assunto: acqua e sapone non bastano. Moltissime persone infatti ricorrono a questa pratica, bypassando completamente questo step della skin routine, a volte creando più danni che benefici.

Utilizzare lo stesso sapone che usiamo per le mani anche sul viso è infatti una delle abitudini più sbagliate che possiamo prendere. Questi tipi di saponi non sono adatti al ph della cute, anzi, sono decisamente troppo aggressivi e rischiano di seccare la pelle e screpolarla eccessivamente.

Un buon detergente viso serve anche a depurare la pelle e lavare via il sebo prodotto durante le ore notturne. Nonostante anche la skin routine serale preveda la detersione e l’utilizzo di una crema notte ad azione depurativa, può capitare di svegliarsi con la pelle appesantita (soprattutto nei casi di cute grassa).

È sempre bene ricordarlo: mai andare a letto con il make-up addosso! I pori della pelle hanno bisogno di respirare e non possono farlo se fard e fondotinta sono lì a ostruirli. Dopo la necessaria e attenta operazione di “struccaggio” con latte detergente e tonico, un passaggio con il detergente viso aiuta a pulire ancora meglio la cute.

Come scegliere il detergente viso giusto?

L’aspetto principale da considerare quando si parla di detergente viso, è il tipo di pelle che abbiamo:

  • Chi ha la pelle grassa, ovvero caratterizzata da una eccessiva produzione di sebo, deve preferire prodotti seboregolatori con ph neutro;
  • La pelle mista preferisce prodotti dalla texture in gel o mousse risciacquabili: l’azione dell’acqua, combinata agli agenti attivi del detergente, pulisce la cute anche negli strati non superficiali;
  • Alla pelle secca, sensibile o poco idratata gioverà sicuramente un detergente privo di alcool, siliconi e parabeni. Sì a prodotti ipoallergenici; attenzione invece agli agenti schiumogeni, che possono essere molto aggressivi per la cute.