Di quanto sia importante la pulizia viso abbiamo parlato spesso, ma ne conosciamo davvero tutti gli step fondamentali? Scopriamoli insieme!

La pulizia del viso è forse il trattamento più importante della nostra skin care: periodicamente, infatti, dobbiamo ricordare di purificare la pelle in profondità seguendone tutti gli step fondamentali, oltre a prendercene cura ogni giorno con attenzione.

Acne, macchie della pelle, punti neri, richiedono una cura specifica e ogni tanto, a prescindere dal tipo di pelle che abbiamo, una pulizia viso è l’ideale per liberarci di smog, effetti dello stress e impurità.

Della pulizia quotidiana del viso, dell’importanza della detersione, dell’idratazione (sia il giorno che la sera, con una crema notte) e dell’azione esfoliante di un peeling periodico abbiamo parlato spesso: vediamo ora quali sono gli step di una pulizia viso e ogni quanto è opportuno farla.

Tutti gli step fondamentali della pulizia viso

Una pulizia viso a cadenza periodica (ad esempio ogni mese) serve a dare una mano alla costanza che mettiamo nel curare la pelle ogni giorno. Non solo: serve al benessere generale della pelle, alla sua rigenerazione dagli inestetismi che alcuni prodotti a volte non lavano via completamente.

Una pulizia viso professionale prevede diversi step; alcuni sono in comune con le fasi della nostra skin routine, altri invece sono propri della procedura eseguita da un’estetista o una figura competente in materia. Vediamole nel dettaglio: 

  • Come nei passaggi della pulizia viso quotidiana, anche per quella professionale il primo e più importante step è la detersione. La scelta del detergente ha un ruolo chiave perché è in base al tipo di pelle che si ha: per le pelli grasse, ad esempio, si useranno detergenti con Ph leggermente acido; le pelli secche al contrario prediligeranno un detergente più delicato e faranno attenzione a non stressare la pelle così spesso.
  • Il passaggio successivo prevede l’uso di un tonico, per lavare via i residui del detergente e rinforzare e rinvigorire la pelle.
  • È quindi il turno del vapore caldo, che apre i pori della pelle fluidificando il sebo e facendone emergere l’eccesso dalla cute. In questa fase è possibile rimuovere i punti neri (o comedoni).
  • Si procede poi con il peeling, la cui azione esfoliante elimina le cellule morte, e la rimozione di foruncoli e punti neri, che viene fatta manualmente con la dovuta attenzione e delicatezza.
  • La pelle, a questo punto, risulta un po’ stressata: cosa c’è di meglio di un massaggio che sia allo stesso tempo rilassante e linfodrenante?
  • L’ultimo passaggio è l’applicazione di una maschera viso purificante (ad esempio all’argilla o al cetriolo) per rinfrescare la pelle e prepararla quindi all’applicazione di una crema idratante protettiva ad azione emolliente